Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
1.1. MITI E MISTERI - Gaetano
1.2. Raccontarsi per simboli
1.3. Non so se mi piego
1.4. Chi siamo?
1.5. I miei ospiti
1.7. wwNw
2.1. MITOLOGIA AL FEMMINILE - Angela
2.2. Parla con le Dee
2.3. Oracolo delle Dee
2.4. Workshop: Integra le Dee nella tua vita
Bibliografia
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
1. Carnevale e le maschere

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
Il latino medievale “carnelevare”, da cui Carnevale, indica il tempo dell’anno detto Quaresima, che, da “quadrigesima”, vuol dire quaranta giorni prima della Pasqua.
In tale periodo la Chiesa prescriveva digiuni e penitenze.

L’odierno Carnevale, viceversa, precede la Quaresima, che ordina l’astinenza e concede feste e abusi.

Più in generale, il divieto prevede - fin dal suo imporsi come norma - la trasgressione, tollerata come momentanea sospensione della regola. “Semel in anno licet insanire”, Una volta l’anno è lecito impazzire, recita l’antico adagio.

La norma, imponendo restrizioni che, se infrante, vengono punite, a volte, con pene che superano la gravità dell’errore, rischia di venire vanificata dalla violenza della ribellione alla legge. La trasgressione, istituita dal potere stesso, permette, come dire…chiudendo ogni tanto un occhio, che tutto proceda nella “normalità”.
Ne segue che “normalità” e “devianza” sono, non solo intimamente legate, ma strettamente correlate; l’una è in funzione dell’altra.

A Carnevale ci si maschera, ovviamente secondo la cultura e l’ambiente di appartenenza; così la maschera che ciascuno indossa si sovrappone a quella che abitualmente si porta nel relazionarsi agli altri, e talvolta anche a se stessi.

Il nostro essere persona (in latino persona vuol dire appunto maschera), ci preserva dallo svelare la nostra vera personalità, spesso sconosciuta a noi stessi, ma che comunque non vogliamo mostrare per timore che si possa scoprire in noi il diverso, il trasgressivo. L’ipocrisia della società e dei modi che essa prescrive, ha da tempo immemorabile ceduto il passo ad un ipotetico stato di natura, in cui sarebbe prevalsa la schiettezza.
Questa sincerità interiore e dei modi comportamentali, tuttavia, è soltanto sopita in noi, non è morta, e in chi meno in chi più, fa pressione perché le si dia spazio.
A volte ci lasciamo andare, ma, per poco che ci accorgiamo di essere oggetto di giudizi negativi, o anche solo di sguardi, come dire…eloquenti, riprendiamo la nostra maschera e continuiamo la recita della ridicola farsa.

E dunque, nei tempi in cui è lecito impazzire, sovrapponiamo un’altra maschera a quella che già portiamo…
Non proprio.
Più esattamente lasciamo cadere quella che già abbiamo, mostriamo a tutti il diverso, il pazzo, che normalmente celiamo sotto quelle mentite spoglie.

Scoprire, proprio nel senso di non più coprire, la propria follia, per alcuni è un’esperienza talmente inquietante da non riuscire a sostenerne la forza e il profondo significato. Per altri, una esigua minoranza si ha motivo di credere, la scoperta dell’essere folle che è in noi, è un’esperienza illuminante.
Finalmente trovo la forza e il coraggio di dare dello stupido al mio principale, di sostenere con tutta la veemenza della dialettica quell’idea per cui ero stato etichettato un…”ista”, di fare la corte alla donna del mio più caro amico senza sentirmi un verme (non so davvero se ai vermi capiti di innamorarsi!), di dire, nel bel mezzo di una conferenza, che il relatore di turno ce le ha fatte…così…
Scopro, per dirla in breve e senza veli, che la follia è vita rispetto alla normalità che fa di ognuno di noi un cittadino esemplare in stato di avanzata decomposizione.
Scopro che la trasgressione scioglie le funi che mi tengono legato e godo, nel vedere il bambino che è in me e che il padre della psicoanalisi chiamò “pervertito polimorfo”, non più represso e compresso, esprimersi come un gioioso puttino alato.

Non so più quante volte ho pagato per aver goduto di un bene effimero fugace ed innocuo. Mia madre mi castigava per aver accecato la bambola di quella peste di mia cugina che mi aveva detto che ero figlio di nessuno. Mi diceva che il Signore mi avrebbe punito perché ridevo della balbuzie del postino. Il Signore di mia madre doveva essere talmente ottuso mentalmente, che puniva un bambino per aver riso di un “popò…popò…popopoò…popo-posta, signò!”. Per non parlare di quella volta che, mancando la luce in casa, misi una candela accesa sulla “casetta” della tartaruga. La nonna che aveva gli svenimenti facili, si spaventò e svenne. Naturalmente le presi da mamma, dalle zie e dalla stessa nonna, che si fece passare lo svenimento per il piacere di darmene qualcuna anche lei. Gente meschina…non ci curiam di lor ma ...

Già, non ce ne curiamo, ma il potere fa sul serio quando si gode di qualcosa di cui è scritto non si debba godere, anche se si tratta di una banalità. I gendarmi sono sempre pronti ad acciuffare Pinocchio…Li vorrei vedere ad arrestare certi pinocchi che conosco io…

Ma questo ed altro…ben altro, è il prezzo che dobbiamo pagare per uno straccio di momento di gioia. Non lasciamoci spaventare…la punizione passa…e il ricordo di aver riso e di aver goduto rimane.

Il Carnevale arriva una sola volta l’anno e ci concede di impazzire. Proviamo ad essere un po’ pazzerelli per tutto l’anno … Quaresima permettendo!
© G.dell'Isola - 2003 - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi senza autorizzazione.




Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui


Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui
SurjaRing
5.423 iscritti alle NewsLetter,
1.800 pagine pubblicate, visitate volte
11 utenti online
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.