Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
1.1. MITI E MISTERI - Gaetano
1.2. Raccontarsi per simboli
1.3. Non so se mi piego
1.4. Chi siamo?
1.5. I miei ospiti
1.7. wwNw
2.1. MITOLOGIA AL FEMMINILE - Angela
2.2. Parla con le Dee
2.3. Oracolo delle Dee
2.4. Workshop: Integra le Dee nella tua vita
Bibliografia
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
7. La lampada di Psiche

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
C’era una volta una fanciulla di nome Psiche, la cui ineffabile bellezza aveva oscurato la fama della divina Afrodite, sì proprio di Venere. Gli uomini non facevano più sacrifici alla dea madre della natura ed origine di tutte le cose. I santuari a lei dedicati erano deserti e il popolo che prima le era devoto l’aveva dimenticata, per la bellissima Psiche, al cui passaggio, ognuno portava la mano alla bocca nel gesto di chi manda un bacio.

Afrodite era terribilmente furiosa, ferita nella sua dignità di dea, un dì scelta da Paride, bella tra le belle Giunone e Minerva.

Decise di vendicarsi di quella insolente mortale che aveva così spudoratamente osato esibire le sue effimere grazie.
Fu così che diede ordine a suo figlio Eros, di far nascere in lei un irresistibile amore per il più spregevole degli uomini. Ma Eros, al solo vederla, incantato dalla bellezza della fanciulla, ne fu pazzamente innamorato. Dimenticò l’ordine ricevuto dalla madre e, avendola rapita, la portò in un luogo segreto, dove nottetempo, celandosi al suo sguardo, si congiungeva a lei in dolcissimi amplessi, lasciandola immediatamente, appena scorgeva le prime luci del nuovo giorno.

Gli amori furtivi duravano e i due amanti erano felici, ma le sorelle di Psiche, prese dai furori dell’invidia, insinuarono in lei un insopportabile dubbio. Le dissero che il giovane che lei amava e che ogni notte abbracciava, era in realtà un disgustoso mostro, e questo era il motivo per cui non si lasciava vedere da lei.

Psiche non riusciva a darsi pace, voleva conoscere la verità. Così una notte aspettò che Eros si addormentasse, scivolò dal letto e si armò di un coltello per ucciderlo e di una lampada per poterlo finalmente guardare in viso. Ma quando si avvicinò a lui scoprì che non di un mostro si era innamorata, ma di un affascinante giovane dio. E però, mentre stava, rapita ad osservarlo, tenendo in mano la lampada, una goccia d’olio bollente cadde sul petto del giovane, che subito si svegliò. La sua delusione fu grande, per la mancanza di fiducia che aveva mostrato Psiche, non seguendo il suo monito di stare attenta a non guardare mai le sue sembianze. Immediatamente la abbandonò. La fanciulla disperata e in preda ad un inconsolabile dolore si gettò in un fiume per annegarvi, ma non essendoci riuscita, incominciò ad andare raminga da un luogo all’altro in cerca di notizie sul suo amato Eros.

Il suo peregrinare la condusse infine alla residenza di Afrodite. Qui la dea, offesa e ancora assetata di vendetta, la tenne schiava, imponendole lavori umili e faticosi. Psiche non avrebbe sicuramente resistito a quelle fatiche, se lo stesso Eros, che in cuor suo sempre l’amava, non le avesse portato l’incoraggiamento e il conforto di cui la fanciulla aveva bisogno in quella dura prova. Psiche superò il dolore, la fatica e l’umiliazione e, vincendo la gelosia della dea dell’amore, guadagnò l’immortalità e poté amare Eros per sempre. Dalla loro unione dice infine il mito nacque una deliziosa bambina, il suo nome “voluttà”, le apparteneva proprio di diritto.

La favola, presenta una simbolica ricca e seducente, che non a caso l’ha resa tra le più ricercate tra i cultori della Mitologia.
Diamo solo dei cenni. Eros, che visita di notte la sua amata è l’amore che dimora, negli spazi incomprensibili dell’irrazionale, dove può liberamente manifestare la sua dionisiaca ebbrezza. Psiche, avida di conoscere la verità, tenta di disvelarla con la luce della lampada. Ma i lumi della ragione male si addicono ai territori dell’amore, locus che, sappiamo, essere abitato dalla sacra follia. E poi, il riscatto della fanciulla, che riceve la chàris, la grazia dell’immortalità in virtù del superamento di quello che a noi appare un rito iniziatico. Il rito, prescrive un gesto o una gestualità nel senso della trasformazione. Psiche viene sottoposta a delle prove che se non avesse superato, sarebbero state la sua fine. Invece le supera, con grande dolore, ma anche e soprattutto con grande fede nei confronti di Eros.
© G.dell'Isola - 2002 - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi senza autorizzazione.
__________________________

*Il mito di Eros e Psiche è narrato da Apuleio nelle “Metamorfosi”, opera nota anche con il titolo “l’Asino d’oro”, dai cap. IV, 28 a VI, 24.
Il testo è reperibile in lingua italiana. L. Apuleio: “La favola di Eros e Psiche” 1^ ed. DEMETRA 1993.



Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui


Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui
SurjaRing
5.423 iscritti alle NewsLetter,
1.800 pagine pubblicate, visitate volte
17 utenti online
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.